Eventi e Corsi
News
  • I nostri uffici rimarranno chiusi per la
    pausa estiva dall'8 al 26 agosto 2016 


  • MILANO | mercoledì 21 settembre 2016

    ITALIA PER LE IMPRESE, CON LE PMI VERSO I MERCATI ESTERI

    Le istituzioni pubbliche, le organizzazioni private delle imprese e i principali player della finanza incontrano le aziende sui temi dell'internazionalizzazione nel corso di un roadshow promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e organizzato dall'ICE-Agenzia in collaborazione con RetImpresa e Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, partner territoriale dell'evento.

    Scarica il programma e iscriviti all’evento  


    La congiuntura economica in Lombardia

    parolo: Finalmente si intravedono segnali positivi

    Presentati in Unioncamere i dati del II° trimestre 2016

    I dati del secondo trimestre del 2016 confermano il quadro complessivamente positivo di inizio anno, ma si accentuano i rischi di rallentamento evidenziati da ordini interni in contrazione per l’industria e da un peggioramento delle aspettative.

    La produzione industriale è cresciuta del 2,2% (tendenziale) e dello 0,8% rispetto al trimestre precedente. Anche per l’artigianato la produzione è positiva sia su base annua (+1,8%) che rispetto al trimestre precedente (+0,8%). Ancora positivi gli ordini dall’estero (+1,7%) e il fatturato (+0,5%), ma virano in negativo gli ordini interni (-1,2% congiunturale). Tengono i livelli occupazionali, anche se calano gli ingressi. Diminuisce il ricorso alla CIG.

    Tornano negative le aspettative per domanda interna e occupazione e peggiorano sensibilmente per la domanda estera. Relativamente alla produzione il saldo rimane positivo e pressoché stabile.  

    L'intervento di Daniele Parolo che ha parlato a nome delle Associazioni regionali dell'artigianato (CNA, Confartigianato, CLAAI e Casartigiani)  

    ...Continua
  • Indagine on line

    Il bilanciamento tra vita familiare e vita lavorativa per le imprenditrici e professioniste italiane

    CNA Impresa Donna Nazionale ha iniziato un percorso di collaborazione con l’Università “La Sapienza” e l’Università “Tor Vergata” di Roma con l’obiettivo di elaborare un'indagine che intende analizzare le difficoltà connesse al bilanciamento fra vita lavorativa e vita familiare delle imprenditrici, delle professioniste e manager italiane, nonché le conseguenze che tali difficoltà generano sull’attività lavorativa e sulla vita personale.

    Il titolo dell’indagine è "Il bilanciamento tra vita familiare e vita lavorativa per le imprenditrici e professioniste italiane".

    Per esplorare la complessità di questo tema è stato quindi sviluppato un questionario, compilabile online all’indirizzo:

    www.conciliazione.impresefemminili.it/cna

    Perché l’iniziativa abbia successo e si possano avere le informazioni necessarie per sviluppare la ricerca è fondamentale la tua collaborazione. 

    Fallo subito, bastano 5 minuti (il tempo di una pausa caffè).

    Grazie per la collaborazione

     
  • Pubblicato il decreto che autorizza l’avvio del Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato (FSBA)

    Si conclude, dopo l’iter legislativo, anche il difficile iter sindacale che ha portato, grazie al lavoro delle Organizzazioni dell’Artigianato, all’operatività del Fondo, che sostituisce la Cassa integrazione in deroga

    E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.166 del 18/07/2016 il decreto autorizzativo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia, relativo al Fondo di Solidarietà Bilaterale Alternativo dell’Artigianato, denominato più comunemente FSBA.

    Il fondo interviene a favore dei lavoratori dipendenti delle imprese artigiane iscritte a EBNA, l'Ente Bilaterale Nazionale per l'Artigianato, con prestazioni integrative del reddito che andranno a sostituire da oggi, ed in via definitiva a partire dal gennaio 2017, la Cassa integrazione in deroga. 

    ...Continua
  • bando ricerca e innovazione 2016

    Coontributi a fondo perduto per progetti di innovazione

    Regione Lombardia con il nuovo bando Ricerca e Innovazione 2016 intende favorire i processi di innovazione delle MPMI lombarde, avvicinandole allo sviluppo tecnologico e all’innovazione.

    Il bando prevede tre diverse misure:
    Misura A – Creazione e sviluppo di nuove tecnologie digitali
    Misura B – Adozione di tecnologie digitali con i centri di ricerca
    Misura C – supporto alle proposte che hanno ottenuto il “Seal of excellence” nella fase 1 dello Strumento per le PMI di Horizon 2020

    Il contributo previsto per ogni misura è il seguente:

    Misura A: contributo di € 25.000 a fronte di un investimento di € 40.000
          Misura A2 - per start up a prevalenza giovanile o giovani aspiranti imprenditori: contributo di € 20.000 a fronte di un investimento di € 30.000
    Misura B: contributo di € 20.000 a fronte di un investimento di € 40.000
    Misura C: voucher forfettario di  € 30.000 riservato alle imprese che hanno presentato con successo una proposta in fase 1 dello Strumento PMI, sono state valutate positivamente (hanno superato la threshold di 13 punti) ma non sono risultate finanziabili

    Sia la misura A che la misura B intendono favorire da una parte la creazione, dall'altra l'adozione, di tecnologie digitali innovative che:

    1. utilizzino le tecnologie Internet of Things, eventualmente associate ad almeno uno tra i seguenti paradigmi informatici: Robotics, Big Data, Cloud Computing (inteso come IaaS e PaaS), Additive manufacturing;
    2. abbiano  ricadute  e  impatto  in  una  delle  8  macrotematiche  di  sviluppo  basate  sul concetto di Smart Cities & Communities (cfr. Appendice 1 per dettagli):
      1. •  Smart Living,
      2. •  Infrastrutture, reti e costruzioni intelligenti, 
      3. •  Sicurezza del cittadino e della comunità,
      4. •  Inclusione sociale e lavorativa, 
      5. •  Sostenibilità ambientale, 
      6. •  Smart Healthcare,
      7. •  Valorizzazione del Patrimonio Culturale, 
      8. •  Piattaforme di City Information e Urban Analytics.

    La misura B prevede obbligatoriamente la collaborazione con almeno un centro di ricerca registrato su Questio come centro di ricerca (CRTT) che eroga servizi di ricerca di base e/o laboratorio.

    La misura A invece è riservata alle imprese che hanno il seguente codice Ateco 2007 primario:
    - divisione 26: Fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e di orologi
    - divisione 27: Fabbricazione di apparecchiature elettriche ed apparecchiature per uso domestico non elettriche
    - divisione 58: Attività editoriali
    - divisione 59: attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi, di registrazioni musicali e sonore
    - divisione 60: Attività di programmazione e trasmissione
    - divisione 61: Telecomunicazioni
    - divisione 62: Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse
    - divisione 63: Attività dei servizi d'informazione e altri servizi informatici

    Presentazione delle domande
    Dalle ore 14.30 del 06 settembre 2016; il termine di presentazione delle domande è il 27/09/2016 per le misure A1 e B, mentre è il 27/10/2016 per le misure A2 e C.
    Le domande possono essere presentate esclusivamente in via telematica, tramite il portale www.bandimpreselombarde.it
    I contributi verranno assegnati in base al punteggio ottenuto (valutazione a graduatoria) e NON in ordine in base all’ordine cronologico di invio.

    Link istituzionale
    Scheda di sintesi

  • Intervista al Presidente Elba

    La bilateralità sempre più importante nel comparto artigiano per il suo ruolo sul terreno del welfare e per il suo contributo alla competitività

    Più efficienza, più velocità, un legame più diretto tra l’utenza e l’ente bilaterale

    Occorre velocizzare i tempi delle pratiche, rendendole sempre più coerenti con le caratteristiche e i ritmi delle nostre imprese

    La bilateralità è un tema sempre più centrale nel dibattito del comparto artigiano sia in merito al suo ruolo sul terreno del welfare integrativo sia in merito al suo contributo alla competitività delle imprese. Su questo tema CNA Lombardia ha voluto ascoltare il punto di vista del neo-Presidente di ELBA (Ente Bilaterale Lombardo dell’Artigianato), Giovanni Bozzini, Presidente di CNA Cremona e membro della Presidenza regionale di CNA.

    Con l’aiuto di Filippo Zarattini, giovane studente del Liceo Scientifico FAES Argonne di Milano, in stage presso i nostri uffici di CNA Milano, siamo partiti, come si suol dire, “mettendo i piedi nel piatto”, con una domanda che va al cuore della questione.

    ...Continua
  • Milano, 13 luglio 2016 ore 15.30 - via Marco D'Aviano 2

    il nuovo codice appalti

    Opportunità e rischi

    Il 19 Aprile 2016 è entrato in vigore il Decreto Legislativo 50 del 18.04.2016 “Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull'aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d'appalto degli enti erogatori nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture” meglio noto come “Nuovo Codice degli Appalti e delle Concessioni”.

     Si tratta di una vera e propria riforma organica degli appalti pubblici di lavori, forniture e servizi. Come tutte le innovazioni di tale portata, anche questo “testo unico” porta con sé opportunità ma anche aspetti problematici e criticità da affrontare. CNA Milano Monza Brianza organizza un primo specifico seminario di approfondimento , finalizzato ad offrire una lettura semplificata e coordinata delle disposizioni introdotte.

    ...Continua